Blocco ormonale per il cancro alla prostata

Nuove strategie di diagnosi e cura per il Tumore Prostata

Prezzo di adenoma prostatico laser rimozione Ucraina

La maggior blocco ormonale per il cancro alla prostata delle cellule tumorali risponde a questa privazione, tuttaviaspecie dopo anni blocco ormonale per il cancro alla prostata terapia, alcune cellule proliferano indipendentemente non rispondendo piu' alla stimolazione ormonale. Quando le cellule prostatiche non rispondono piu' alla terapia ormonale si parla di Malattia "ormono-refrattaria".

Prima dell'intervento chirurgico di prostatectomia radicale 2. Prima della radioterapia 3. Quando il tumore della prostata è inoperabile poichè localmente avanzato o ha già dato metastasi 4. Quando il tumore ricompare dopo che era stato trattato con intervento chirurgico o radioterapia o brachiterapia. Gleason alto all'esame istologico di biopsia prostatica. Evitare che la malattia si ripresenti.

Nei tumori della prostata localmente avanzati o metastatici non trattabili con l'intervento chirurgico. Quali sono gli effetti collaterali della terapia ormonale per il tumore della prostata? I più frequenti effetti collaterali della terapia ormonale per il tumore della prostata sono :.

Quanto deve durare un trattamento ormonale? Quali sono le terapie ormonali? L'obiettivè è quello di abbassare il testosterone. Asportando chirurgicamente entrambi i testicoli orchiectomia bilaterale : questo tipo di intervento è quello che permette di ottenere i risultati migliori nei tempi più brevi, ma ovviamente è più difficile da accettare psicologicamente.

Per questo oggi, a meno che sia il paziente stesso a preferire questa soluzione drastica per non doversi sottoporre continuamente alle cure, l'intervento chirurgico è riservato a casi di urgenza, in cui occorre abbassare rapidamente i livelli di testosterone per ridurre la compressione di metastasi ossee sul midollo spinale compressione spinale. I cosiddetti agonisti dell'LHRH agiscono più a monte blocco ormonale per il cancro alla prostata altri farmaci ormonali, perché bloccano la produzione dell'ormone luteinizzante LHcon cui l'ipofisi stimola l'attività delle ovaie e dei testicoli.

La loro somministrazione avviene in genere sotto forma di iniezione sottocutanea o intramuscolare. È importante rispettare la scadenza di questi appuntamenti: uno scarto di pochi giorni non produce gravi conseguenze, ma se si ritarda ulteriormente c'è il rischio che il livello degli ormoni ricominci a salire.

Una volta sospesa la cura, cioè, l'ovaio torna a funzionare, anche se nelle donne più vicine alla menopausa questo non sempre si verifica. In quest'ultimo caso occorre anche accertarsi che non ci sia una gravidanza in atto prima di iniziare la cura. Questi prodotti possono scatenare nelle prime settimane di trattamento, in misura diversa da farmaco a farmaco e in relazione alle caratteristiche individuali, un effetto paradossale di esacerbazione dei sintomi detto "tumour flare".

Quando la malattia ha localizzazioni ossee i dolori che provoca a questo livello possono aumentare: per questo la cura negli uomini in trattamento per il tumore della prostata è inizialmente accompagnata dalla somministrazione associata di antiandrogeni. Il fenomeno non si verifica invece con gli inibitori del fattore di rilascio delle gonadotropine.

Ecco alcuni dei più comuni agonisti dell'LHRH usati per il tumore del seno o alla prostata: Goserelin, usato nel tumore al seno e alla prostata. Il goserelin viene somministrato ogni 28 giorni con iniezioni sottocutanee sull'addome, da dove il farmaco viene assorbito gradualmente dall'organismo. Il trattamento blocca l'attività delle ovaie nelle donne trattate per tumore al seno e dei testicoli negli uomini con tumore della prostata.

Triptorelina, usata nel tumore al seno e alla prostata. Viene somministrata per iniezione intramuscolare, di solito nei glutei, o sottocutanea, nell'addome, ogni 4, 12 o 26 settimane. Inibendo la sintesi di estrogeni e testosterone blocco ormonale per il cancro alla prostata tutti i sintomi da deprivazione tipici della terapia ormonale. Un gruppo di ricercatori italiani guidati da Lucia Del Mastro dell'Istituto tumori di Genova ha pubblicato su un'importante rivista scientifica uno studio che propone un nuovo uso di questo farmaco: somministrato prima e durante la chemioterapia sembra ridurre notevolmente il rischio che le cure provochino una menopausa precoce nelle donne trattate.

Leuprolide acetato leuprorelinusata nel tumore alla prostata. La leuprolide viene somministrata con iniezioni sottocutanee sull'addome, sul braccio o sulla gamba ogni quattro settimane oppure ogni tre mesi.

Inibendo la sintesi di testosterone provoca tutti i sintomi da deprivazione androgenica tipici della terapia ormonale per il tumore della prostata. Buserelin, usato nel tumore alla prostata. Il buserelin viene somministrato con iniezioni sottocutanee sull'addome, sul braccio o sulla gamba tre volte al giorno per i primi sette giorni. Dall'ottavo giorno di trattamento lo si comincia ad assumere sotto forma di spray nasale in ogni narice sei volte al giorno.

Se per un raffreddore si usa un decongestionante nasale, è bene blocco ormonale per il cancro alla prostata mezz'ora prima della cura ormonale. Antiandrogeni Il testosterone blocco ormonale per il cancro alla prostata la replicazione delle cellule tumorali della prostata legandosi a specifici recettori che si trovano sulla superficie delle cellule stesse.

Provocano meno disturbi di erezione, ma più dolore a livello mammario rispetto agli agonisti dell'LHRH. Possono essere associati ad altri medicinali nelle prime fasi di trattamento per ridurre l'effetto blocco ormonale per il cancro alla prostata dal temporaneo aumento della produzione di androgeni tumour flare o per tutta la sua durata, per potenziarne l'effetto blocco androgenico totale.

In altri casi invece si possono utilizzare da soli prima, ma più spesso dopo, l'eventuale intervento. I più comuni sono: Ciproterone acetato Bicalutamide Flutamide. Antagonisti dell'LHRH o GnRH Gli antagonisti del GnRH bloccano a livello dell'ipotalamo lo stimolo iniziale da cui parte la cascata di messaggi che spinge testicoli e ovaie a produrre gli ormoni sessuali.

Di questa nuova classe di farmaci è stata introdotta sul mercato per ora una sola molecola, chiamata degarelix. Viene somministrata sotto forma di iniezioni sottocutanee nell'addome: due nel primo giorno di trattamento e poi una ogni mese.

Bloccando completamente la produzione di ormoni non provoca il fenomeno del "tumour flare" che si verifica con gli agonisti dell'LHRH e quindi non richiede la concomitante somministrazione di antiandrogeni. Home Page. Le malattie della prostata. Infiammazione acuta della ghiandola prostatica. Infiammazione cronica della prostata. Le calcificazioni prostatiche o calcoli prostatici. Le prostatiti. Il processo infiammatorio e la ghiandola prostatica.

Sintomi della prostatite. Prostatite batterica acuta. Iperplasia prostatica benigna. Ipertrofia prostatica : storia naturale. Definizione di iperplasia prostatica. Anatomia della ghiandola prostatica. Fisiologia della ghiandola prostatica. La diagnosi della ipertrofia prostatica. Disturbi da riempimento vescicale. Disturbi da svuotamento vescicale.

I sintomi della basse vie urinarie o LUTS. La visita urologica : blocco ormonale per il cancro alla prostata ed esame obiettivo. IPSS: questionario di valutazione dei sintomi urinari - Copia. Sintomi della fase di riempimento. Sintomi della fase di svuotamento. Sintomi postminzionali. Dolore genitale o delle basse vie. Cosa è la esplorazione rettale ed a cosa serve. Gli esami di laboratorio per la ipertrofia prostatica. Psa ed ipertrofia prostatica.

L'esame urodinamico. La uroflussometria: cosa indica? Il residuo postminzionale. L'ecografia : diagnostica radiologica. La endoscopia: cistoscopia. La terapia medica della ipertrofia prostatica. Farmaci da usare nella ipertrofia prostatica. Sostanze naturali: la fitoterapia.

Terapia chirurgica della ipertrofia prostatica. La vescica iperattiva. Esami strumentali. Il tumore prostatico. Blocco ormonale per il cancro alla prostata screeneng con il PSA.

Anatomia patologica del tumore prostatico. Stadiazione del tumore prostatico. La sorveglianza attiva o vigile attesa Watchful Waiting. La radioterapia nel tumore prostatico. La brachiterapia nel tumore prostatico. Le complicanze urologiche della radioterapia per tumpore prostatico.

Il tumore prostatico ormonorefrattario. La terapia chirurgica. La chemioterapia nel tumore della prostata. Terapia delle metastasi ossee da tumore prostatico. Le linee guida italiane sul tumore della prostata. Capire il vostro esame istologico.